Media di più livelli in Photoshop

Davide Barranca — 
Three_of_a_perfect_pair

Tre versioni di una singola immagine, da sinistra: MO, DB, GA.

In Correzione Colore si è recentemente scoperto che produrre più versioni di una singola immagine allo scopo di unirle, fonderle in modo opportuno, è una strategia eccezionalmente efficace. Il che non esclude che l’autore della correzione debba essere una persona sola, come il mio caro amico Marco Olivotto ha scritto in un bel manifesto sulla Correzione Colore collaborativa intitolato Tre teste sono meglio di una.

Sebbene maschere e modalità di fusione siano all’ordine del giorno, il blend più semplice (33-33-33 oppure 25-25-25-25) può non essere così intuitivo da ottenere, a meno che tu non sappia come fare!

Il blend 50-50 è banale: il primo livello in basso va lasciato al 100% di opacità, quello superiore al 50%. Le cose sono diverse per fondere tre livelli, 33-33-33. Saresti forse tentato di impostare la base al 100% e i due livelli sopra al 33% (o forse entrambi al 50%) – ma non è la strada corretta.

Supponiamo di avere appunto tre livelli da fondere, e di voler dare ad ognuno di essi il medesimo peso.

Oggetti Avanzati e Stack

Un metodo è selezionare tutti i tre livelli, creare un Oggetto Avanzato che li contenga, e poi scegliere il menu Livello > Oggetti avanzati > Metodo serie immagini > Media (in inglese: Layer > Smart Objects > Stack Mode > Mean). Questa è senza dubbio la via più precisa, anche se gli Oggetti Avanzati possono essere mortalmente lenti/pesanti da gestire, e richiedono una versione Extended di Photoshop.

Sequenza di Opacità

La strada più veloce (perché siamo sempre di fretta, o magari vogliamo solo vedere se il blend funziona o no nell’economia della correzione) è impostare le varie opacità.

Layers palette

Non è così ovvio come assegnarle però. Nel caso di tre livelli soltanto i numeri sono (dal basso verso l’alto) 100%, 50%, 33% come indicato nello screenshot a sinistra – e la formula molto semplice da usare è:

OPACITÀ = 100 / POSIZIONE

Ovvero, il livello di sfondo è in posizione uno, per cui la sua opacità è 100/1 = 100. Il secondo livello è in posizione due, per cui 100/2 = 50. E quindi il terzo livello, sopra gli altri, in posizione tre ha un’opacità di 100/3 = 33.

Per risparmiarti la fatica, la progressione delle opacità per 10 livelli è: 100, 50, 33, 25, 20, 17, 14, (12), 11, 10.

In verità il 12 dovrebbe essere 13 (perché 100/8 = 12,5), ma non fa una gran differenza. In ogni modo: se hai bisogno di precisione matematica e hai da fondere otto livelli e più, usa il metodo degli Oggetti Avanzati; altrimenti, la scala delle opacità è un ottimo compromesso!

Giusto un piccolo suggerimento che può tornare utile di tanto in tanto. E se vuoi sapere come Marco ha unito le tre versioni, leggi il post originale e scopri perché 1+1+1 > 3.

Layered Stonehenge

 

Print Friendly
Share

2 responses to Media di più livelli in Photoshop

  1. Articolo molto interessante, proprio in questi giorni ho inviato all “albero del colore” la foto dei cioccolatini ed è stata il risultato di un blend di 5 versioni……..ad averlo scritto prima questo articolo.
    Ad ogni modo se non ho capito male questa regola vale se vogliamo fare solo un semplice blend delle versioni, mentre se da alcune versioni vogliamo prendere la luminosità e da altre il colore, le percentuali vanno riveste. MI sbaglio?.

    Grazie

    Antonio

    • Ciao Antonio e grazie!
      Si, come dici tu vale per un blend “agnostico”, ovvero di pura percentuale. In genere si lavora con maschere di ogni tipo e fusioni Luminosità e Colore: però di tanto in tanto fa comodo poter testare una Media pura – e potendo, è meglio non scomodare gli oggetti avanzati 😉